Brigitte Bardot

3- Outfit rétro contemporaneo Saint Tropez

giovedì, aprile 28, 2011

Di ritorno da un viaggio nella splendida Provenza, non potevo non dedicare un post alla mondanissima Saint Tropez. Come icona della città ho scelto colei che l’ha resa celebre, la bionda Brigitte Bardot, che ci ha vissuto per moltissimo tempo per poi ripudiarla nel 1995: “ci sono troppi sfaccendati e villani” e poi ritornarci due anni dopo. Insomma un’indissolubile storia d’amore! Il vecchio porto è in effetti splendido, anche se, a mio avviso, rovinato da barche barconi gommoni tirati a lucido con i nomi più improbabili. La mia vena romantica transigerebbe solo vecchie barche a legno a vela ma, ahimè, non è possibile! Tornando quindi alla sensualissima Bibì, eccola qui passeggiare con grazia come una étoile: pantaloni a sigaretta leggeri a grossi pois, un top semplice bianco latte e le mitiche ballerine.


Per la mia versione contemporanea ho scelto:



♥ pantaloni leggeri a sigaretta color taupe con pois grandi bianchi.

♥ un top basico in cotone bianco

♥ ballerine taupe

♥ braccialetto con perle e charmes

♥ borsa in paglia (da riempire di lavanda e di tutte le profumatissime erbe provenzali)

I pantaloni a pois potranno essere ugualmente sostituiti da un paio vichy o a fantasia. L’importante è mantenere il capo particolare a fantasia come pezzo portante (che sia gonna o pantalone o top) e l’altro in una tinta unica. Ultimamente va molto di moda mischiare le fantasie: righe con pois, strisce e fiori..etc etc. Scelta che assolutamente non condivido e trovo molto inelegante.

Altro cambio possibile è un bel sandalo con tacco per l’ora aperitivo o una espadrillas in corda.

Insomma sono concesse variazioni sul tema, a patto che siano fatte con stile e non ci si faccia prendere dalla calura estiva. La stessa Bibì ha spesso esordito con un abbigliamento piuttosto osé (shorts corti, decolleté in vista, micro bikini se non topless) ma dopotutto erano i rivoluzionari anni ’60-‘70 e glielo concediamo!

E voi? Avete nell’armadio qualche capo-fantasia importante? Come lo indossate?

You Might Also Like

7 commenti

  1. Quello sì che era uno stile da vera vamp tutta curve e cervello.

    RispondiElimina
  2. Bibi, mitica! Mi piace molto l'outfit, vorrei tanto dei pantaloni del genere per l'estate.. certo che come li indossava lei... ;)

    RispondiElimina
  3. Come al solito post degno della tua classe!

    Un capo che adoro è la mia tunica corta di Pucci, rosa con tocchi rossi.
    La indosso con sandali piatti o ballet nuove di pacca di Kartell (rosa e rosse pure quelle)
    Capelli preferibilmente sciolti e se voglio essere come dico io, resto scalza.

    Kiss
    Titti

    http://dellaclasseedialtremusiche.blogspot.com/

    RispondiElimina
  4. Ciao, mi sono innamorata del tuo blog.
    E' moderno, fresco e chic: complimenti. Ti seguo!
    Arianna

    RispondiElimina
  5. Buon Lunedì!
    ♥ Lollo: Bibì era decisamente una super vamp!
    ♥La Jolie:I pantaloni fantasia non sono così difficili da portare.. l'importante è, come dicevo sopra, di abbinarli a qualcosa in tinta unita e prediligere un taglio sartoriale semplice, dritto, ma in cotone o in lino, non tessuti stretch che aderiscono al corpo.. altrimenti l'effetto è troppo anni '80!
    ♥Titti la tua tunica corta di Pucci dev'essere bellissima! Rosa e rosso,abbinamento audace che ti puoi assolutamente permettere! ;)
    ♥ Arianna non sai quanto mi facciano piacere le tue parole, graze grazie grazie! Passerò a trovarti anch'io!:)

    RispondiElimina
  6. Questo stile è stupendo e sfruttabile anche in città con qualche accorgimento! Hai scelto le ballerine Repetto! Io ne sono letteralmente innamorata, brava Marti!
    Mari

    RispondiElimina
  7. ♥ Mari, so che ti piacciono tanto le ballerine Repetto.. io le ho conosciute proprio grazie a te! :) un abbraccio!
    Presto on line un nuovo post decisamente principesco!

    RispondiElimina