bon ton

Decalogo del bon ton contemporaneo

giovedì, aprile 21, 2011



“Il fascino composto” è il titolo di un bellissimo speciale Beauty del Corriere della Sera uscito l’11 novembre 2010. Mentre tentavo- invano- di far ordine nel portariviste mi è ritornato tra le mani e devo dire che è ricco di spunti che voglio condividere con voi. In prima pagina: “Voglia di buone maniere: il nuovo chic si ispira alle donne degli anni Cinquanta. Ecco come essere «perfette» nella moda e nel trucco”. Ora, nello scorso post parlavo proprio di capelli e di quanto un buon lavoro di spazzole e maquillage possa fare miracoli. Certo, aiuta molto e di questo sono convinta, ma se la signora/signorina in questione poi si esprime come una camionista e si comporta da cafona ecco che il savoir faire evapora in un istante. Quindi ho pensato di partire proprio da un decalogo di stile trovato nel Corriere sopra citato, vi sorbirete un po’ di regolette di bon ton contemporaneo: per chi è novello magari scoprirà un nuovo modo di porsi, gli altri semplicemente ripassano (che non fa mai male!)
IL DECALOGO:
1) Una lady non utilizza il cellulare e non tiene gli occhiali da sole a tavola
2) Una signora si comporta in modo discreto con empatia e tolleranza con i colleghi soprattutto quando lavora in open space
3) Una gentildonna non dimentica di mandare almeno una parola di ringraziamento dopo una festa
4) Una signora non lascia alcuna traccia su Internet di comportamenti moralmente reprensibili
5) Una lady non opprime gli altri con i suoi problemi di salute e sessualità
6) Una ragazza cura il suo aspetto quando è invitata
7) Una lady non si dimentica mai di dire buongiorno e grazie
8) Una gentildonna preferisce leggere un romanzo che un giornale di gossip
9) Una gentildonna non alza la voce al cellulare
10) Una lady non si dimentica mai di fare le presentazioni
Siete bravi/e?Tendete a rispettare queste regole? Colgo l’occasione per mandarvi un abbraccio grande e augurarvi delle dolcissime vacanze pasquali!

You Might Also Like

6 commenti

  1. Cia tesoro, ma che bel post!
    Innanzi tutto ti faccio i miei auguri di buona Pasqua, e dopo, uhm...vediamo quanto NON sono signora.

    1 - ehm ehm.. su questo punto non sono molto signora, spesso. Gli occhiali da sole li tengo di solito in testa a mo' di tiara e il cellulare gni tanto lo tiro fuori.

    2 - ci riesco piuttosto spesso, ma talvolta... insomma l mie ire sono famose.

    3 - Quello lo faccio SEMPRE!

    4 - Anche quello SEMPRE, dovresti ricordare che ne sono stata bersaglio e NESSUNO dell'importante e sciatto sito dove è capitato ha mosso un dito. da qui la considerazione che molto spesso tutto è fumo e nulla è arrosto.

    5 - Guai! Al massimo.. vengo oppressa!

    6 - Quello sempre, anche quando non sono invitata.

    7 - Anche quello sempre, e ti rendi conto che mlte persone ne sono sorprese. La bene-educazione è diventata fonte di stupore.

    8 - Assolutamente.

    9 - Cerco di nn farlo, ma se qualcuno mi parla a mille decibel dall'altra parte, credo sia inevitabile alzare il tono-

    10 - Cerco di farlo sempre, e se mi scordo mi arrabbio moltissimo con me stessa.

    Baciii!!!

    Titti
    http://dellaclasseedialtremusiche.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. Ciao Martina, ho letto con attenzione tutte queste regole e sono felice di constatare di essere messa piuttosto bene :) Non amo trafficare con il cellulare, sono allergica alle voci con troppi decibel e generalmente preferisco ascoltare piuttosto che confidare. Ciò non toglie che io abbia una lunga lista di altri difetti ma ci lavoro con caparbietà :)
    Dolcissime vacanze pasquali anche a te!
    Mari
    p.s.: Sono orgogliosa di comunicarti che il mio baule shabby è quasi finito... ora devo procurare la placchetta metallica della serratura. Pensavo di fare un giro al mercatino dell'antiquariato uno dei prossimi week end! Se il risultato sarà presentabile ti manderò una foto!

    RispondiElimina
  3. Buongiorno! Rieccomi qui dopo qualche giorno trascorso nella profumatissima Provenza.. ovviamente farò uno o più post dedicati a questo bel viaggio! :)
    ♥ Titti, non sono d'accordo che ti definisca una non-signora. Le regole ci sono, certo, ma sono sfumabili e qualcosina scappa a tutti.. insomma anch'io ogni tanto mando qualche messaggio a tavola, così come posizione gli occhiali da sole in testa stile cerchietto.. ma spesso e volentieri è per guardare negli occhi chi ho davanti. La vera maleducazione è un'altra cosa! un abbraccio super bionda!

    RispondiElimina
  4. Ciao Marti, dolcissima ..arrivo in ritardo per gli auguri di Pasqua via post ma te li ho fatti lo stesso in altro modo !!
    Interessantissimo questo post e utile per rispolverare un pò le regole del bon ton che non guasta mai ... di queste da te citate mi sento abbastanza sicura , ma noto che soprattutto nei periodi sfidanti e stressanti alcune delle mie regole base vacillano ....ma tengo sempre ben presente un pensiero ...mai mettersi al livello dell' interlocutore o della persona con cui si ha a che fare e con la quale si ha uno scontro o un diverbio ...ma a volte è difficilissimo !!!

    un bacio
    http://memyselfandanautumnday.blogspot.com/

    RispondiElimina
  5. Puff paff, ragazze che giornata!
    ♥ Cara Mari, non avevo dubbio sul fatto che ti muovessi "sottovoce".. la delicatezza è sicuramente un tuo grande pregio! Non vedo l'ora di vedere il tuo baule shabby.. mandami la foto qualsiasi sia il risultato, gli oggetti artigianali sono belli proprio perchè imperfetti!
    ♥ Caffelattina dolce, hai proprio ragione, mantenere un certo aplomb è più semplice quando si è sereni.. meno quando i nervi sono già in tensione.. ricordarsi di non assecondare la cafonaggine altrui è sicuramente un ottima regola.. soprattutto perchè rispondere al turpiloquio significa creare una catena irrefrenabile da programma trash televisivo! ;) un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. Oh Martina, nel post hai proprio detto bene. Negli anni ho incontrato tante "Signore" che poi tali non erano. Si fanno belle e si vestono bene e poi dai loro modi e dalle loro labbra traspare quello in realtà sono: donne che non conoscono le buone maniere. Eppure basta così poco! Il bon ton non è apparenza, ma è un modo di essere e penso che sia in ogni donna, sta a noi saperlo utilizzare al meglio!!

    Un abbraccio

    Caterina@LemieScarpeRosa

    RispondiElimina