abbigliamento chic

La sottoveste: un capo da non dimenticare

venerdì, maggio 27, 2011

Con l'estate ritornano fuori i nostri adorati vestitini leggeri ed impalpabili. Giusto ieri ho scovato un delizioso abitino di pizzo avorio. La sua unica pecca è che, nonostante abbia già incorporata una sottoveste in modal, anche con l'intimo invisibile lascia intravedere perfettamente la forma delle gambe.. decisamente inelegante. Quindi, lasciando le trasparenze ai momenti intimi romantici, urge il rinforzo di quel meraviglioso capo che è la sottoveste. Cotone, taffettà, pizzo, seta pura, crêpe di seta, raso.. la scelta è ampissima. Non può mancare in un guardaroba di una donna di classe che si rispetti. Io amo moltissimo quelle in raso lisce: fanno scivolare l'abito, gli danno corpo e fanno svanire le trasparenze. L'ideale sarebbe accompagnarle, sia per forma che colore, al vestito. Ma vi sono alcuni modelli e colori che si sposano praticamente con tutto: la più versatile è sicuramente in tinta avorio di raso, lunga sino a metà coscia.

Alto tasso di seduzione? Optate per il pizzo nero. Nella società attuale, abituati come si è a vedere tutto e subito, mostrare poco e giocare sul multistrato è decisamente controcorrente e molto più sensuale.

Naturalmente avrete anche un signore intimo: non dev'essere eccessivamente particolare o con molti fronzoli ma deve farvi sentire a vostro agio ed in ordine. (necessario a questo proposito un rinnovamento stagionale del reparto biancheria)

ps- Ultimamente è di moda (e persino caldeggiata da alcuni consulenti d'immagine) utilizzare la sottoveste come abito.. diffidate! L'effetto lingerie talvolta non è male, ma va smorzato ad arte con altri capi più importanti, non dev'essere così eclatante.


E voi? Utilizzate la sottoveste? È un capo che vi piace?

You Might Also Like

5 commenti

  1. Io ho diverse sottovesti in raso, la più versatile è di certo quella color carne ma molto tenue. Le indosso soprattutto sotto gli abitini, così non si attaccano alle gambe, ma scivolano senza fare forme strane... Hai ragione, la sottoveste non è da dimenticare!

    RispondiElimina
  2. Ciao cara!
    Adoro le sottovesti, soprattutto in estate dove diventano la mia divisa notturna, lunghe e corte, non ha importanza, basta siano in seta o raso di seta.
    Fuori le indosso sotto i vestitini trasparenti, e le adoro.
    Un bacio grande,

    Titti

    http://dellaclasseedialtremusiche.blogspot.com/

    RispondiElimina
  3. Buongiorno e buon lunedì!
    Piperpenny, mi hai fatto ricordare che io ne ho una in raso color cipria-rosa antico e che l'abbinavo, per un effetto particolare, sotto un abitino di chiffon verde. E sì, hai ragione, l'abito dopo non fa più una piega. :)
    Titti, anche a me piace usarle come divisa notturna per la primavera-estate, sono fresche e confortevoli.
    un abbraccio!

    RispondiElimina
  4. La sottoveste non manca nel mio guardaroba! Indossarla sotto un abitino fa sentire più sensuali anche se naturalmente non si vede!
    Mari
    Ps: il mio account non funziona più quindi devo commentare come "anonimo", che tristezza... spero che blogspot smetta presto di fare i capricci!

    RispondiElimina
  5. Ciao Mari! Maledetta tecnologia.. ma anche senza l'"abito" del tuo account ti avrei riconosciuta lo stesso ;) un abbraccio grande!

    RispondiElimina