eleganza

Eleganza sotto la neve

lunedì, febbraio 06, 2012

Quando la temperatura scende vertiginosamente si assistono ai più incredibili scivoloni stilistici: l'arte della stratificazione non è per tutti, e così molti sovrappongono con noncuranza maglie e maglioni, cappotti e piumini, calzini e calzettoni.. ma non solo! C'è chi ha anche una temperatura interna da Tropici e si veste come se fosse già Primavera.
Ecco la lista delle vestite peggiori della settimana passate sotto il mio occhio poco indulgente:
1) LA CUBISTA DELLE NEVI: giubbottino corto, cortissimo, jeans a vita bassa (quindi 4 dita buone di pancia scoperta), stivaletto con tacco a spillo. (La seguente fanciulla con una paletta per raccogliere le briciole tentava di spalare i 50 cm di neve che ostruivano il passaggio della sua auto...)
2) LA FASHIONISTA: vestitino in maglia ultra leggero, occhiali da sole (in piena bufera), cappotto aperto, biker boots leggeri.
3) L'INSACCATA: Maglione rosso + maglione tricot senape + piumino all'omino Michelin + sciarpa-scialle + berretto di lana grossa con pon pon.
4) LA SCIATRICE ANNI 80: Portava a passeggio il cane e ha pensato bene di tirare fuori dall'armadio la sua tuta da sci degli anni 80 verde fluorescente con inserti viola melanzana. Oh yeah.

Sicuramente sotto la neve sono necessari capi caldi: è il tempo della pura lana vernice, del mohair e del cachemire. I cappotti, se nevica, sarebbero da lasciare nell' armadio perché s'infeltriscono e si rovinano; sì ai capi "tecnici" come i piumini d'ultima generazione, da scegliere sfiancati di modo da dar risalto alla silhouette femminile. Scarpe: il top sono gli stivali da neve, non i classici moonboots doposci ma un modello più cittadino, magari in matellassé od in vernice, neri a mio avviso sono intramontabili.
Indispensabili berretto, sciarpa e guanti.
Ecco un'idea di una mise elegante in piena bufera di neve:

snow chic





♥ piumino grigio trapuntato
♥ stivali da neve neri in vernice
♥ guanti e basco candidi
♥ pashmina grigio perla in cachemire
♥ ombrellino nero con estremità plissettate
♥ luminose perle ai lobi

E voi cipriaretroiste/i? State affrontando la neve con eleganza?

You Might Also Like

10 commenti

  1. Decisamente con neve e ghiaccio gli scivoloni sono inevitabili! :D
    Martina mia, ti confesso che non sono molto da piumini: è che mi sembra di veder girare per strada tanti insaccati alla Jacovitti, specie quando questi capi scendono sino al polpaccio... Peggio che mai se sono neri ed ultralucidi... In tal caso non ti dico cosa mi ricordano... Resto legata alla lana, calda ed idrorepellente: un bel cappotto, magari non troppo lungo, per evitare che tutte le pozzanghere siano sue, e poi l'immancabile cappello di foggia maschile a tesa larga, che ripara da pioggia e neve, evitandoti l'ombrello, qualora il tragitto non sia troppo lungo. Però, se l'ombrello è delizioso come quello che hai scelto tu, allora c'è quasi da augurarsi che piova e nevichi anche solo un poco, quel tanto per avere la scusa di sfoggiarlo.
    Stivali: amo quelli da equitazione, tuttavia, nei casi di significative nevicate, lo confesso, il mio terrore di scivolare mi porta ad adottare degli anfibi dal carrarmato ben scolpito, nonostante i quali, la mia andatura risulta comunque incerta, goffa ed inelegante.
    Sotto al cappotto maglioni caldi e morbidissimi e perle... Penso ad un sautoir, magari in perle di fiume, fermato da una broche, come sapientemente mi consigliava un'amica di squisita eleganza. :)
    A completare la mise i guanti: romantici quelli che hai scelto abbinati al basco. Nel mio caso li ho bordeaux che si accompagnano alla sciarpa.
    Ho detto tutto? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Lia,
      spero che tu riesca a trovare presto il tuo sautoir di perle.. vedrai che luce su un bel dolcevita grigio ;) Se poi riuscissi a trovare una spilla con un punto di colore sul grigio-azzurro sarai super chic! ;)
      Cappelli a tesa larga: in pochissime se li possono permettere, ci vuole un gran portamento e un'ottima coerenza stilistica.. quindi complimenti! ;)

      Elimina
    2. Martina mia,
      non sono poi così sicura di saper portare i cappelli, semplicemente mi piacciono e li metto senza ritegno alcuno. Diciamo pure che spudoratamente oso! ;) Se poi risulto un «fungo» dal basso del mio metro e sessanta, essia! Per adesso, incrociandomi per strada, nessuno è ancora esploso in una sonora risata... ma c'è sempre tempo! :)
      In compenso, quando nella bella stagione metto jeans ed All Star, rientro ancora nella categoria «ragazzi», ad esempio, al tavolino di un bar col mio compagno, il gestore ci apostrofa: «Ragazzi, che vi porto?», mentre se ho il cappello e magari il tabarro di cui parla Annita, ecco che prontamente un papà, riprendendo il figlio, dice: «Giovannino, lascia passare la signora». Poi dicono che l'abito non fa il monaco...

      Elimina
  2. Marti, sapessi quanti scivoloni (stilistici e non) ho visto in (quasi) 35 anni di alta montagna :D
    Per combattere il freddo solitamente opto per morbidi dolcevita (con collo alto arrampicato) + pashmina in tinta, cardigan lungo, pantaloni avvolgenti (con sotto morbide calze in cotone e cashmere), doposci in cavallino, giacca tecnica o pellicciotto vintage, guanti in pelle foderati in morbido cashmere e grandi perle ai lobi...
    Voilà! Il mio personalissimo Stile da Era Glaciale è servito :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marina ormai tu sei super specializzata nel contrastare temperature artiche! ;)

      Elimina
  3. Portando poco i piumini per me il freddo è un vero dilemma! In genere faccio come Marina... mi copro bene con maglioni caldi e calze. Non mi dispiacerebbe trovare un pellicciotto vintage senza maniche nero da sovrapporre al cappotto in tinta!
    P.S.: mi fa sorridere la descrizione della fashionista! Fiuuu... non arrivo a tanto!
    Un abbraccio
    Mari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Mari, neanch'io amo molto i piumini infatti appena smette di piovere-nevicare ritiro fuori i miei amati cappotti ;) Pellicciotti: sono sincera, non li amo. Quelli senza maniche nere poi mi ricordano tanto una donna King Kong, ma sicuramente dipende dal modello e da come vengono portati.. quindi aspetto testimonianze per ricredermi ;)

      Elimina
    2. King kong :D Nooo niente di simile... io ho in mente un'immagine di una blogger inglese con uno smanicato sottile sul cappotto nero e il risultato era davvero carino!

      Elimina
  4. Cara Marti, la zia Annita si colloca nel girone delle insaccate... tuttavia ho incrociato di peggio, anche al maschile... un tizio stile camorrista con occhiale ray-ban e moncler lucido-vinile... ma a compensare ache il nostro sosia cittadino di Mazzini (chi è di Modena sa di chi parlo) elegantissimo con tabarro, basco alla Nenni, gilet e mezzi guanti di lana greggia!

    RispondiElimina
  5. Molto chic questo look, hai ragione con questo tempo più che mai se ne vedono di tutti i colori.

    http://thestyleattitude.blogspot.com/

    RispondiElimina